Informagiovani

Punto Giovani CittAttiva Lavoro: dove?

Biblioteca Comunale

Biblioteca Comunale

Demanio marittimo turistico-ricreativo

Referente dell'Ufficio

Dott.ssa Pianif. Linda Rossetto

Istruttore Tecnico

Arch. Giulia Lombardo


Indirizzo: Sede Municipale, Viale Europa, 26
Telefono: 0431 409212 - Fax: 0431 409209

Posta Elettronica Ordinaria: urbanistica.demanio@lignano.org

Posta Elettronica Certificata: comune.lignanosabbiadoro@certgov.fvg.it

 

 

Attività dell'Ufficio

Ai sensi dell'art. 4 della della L.R. 22/2006, l'Ufficio Demanio Marittimo esercita in via generale le funzioni amministrative sul demanio marittimo avente finalità turistico-ricreativa, fatte salve le funzioni attribuite in via esclusiva alla Regione (art. 5 della L.R. 22/2006). In generale:

  • provvede al rilascio di concessioni e di autorizzazioni nel rispetto del Piano (regionale) di Utilizzazione del Demanio con esclusione di quelle di interesse regionale;
  • esercita le funzioni di vigilanza sull'utilizzo delle aree del demanio marittimo destinate ad uso turistico ricreativo, ferme restando le funzioni di polizia marittima disciplinate dal Codice della Navigazione e dal relativo Regolamento di esecuzione;
  • comunica alla Regione, sulla base di procedure standardizzate, tutte le informazioni necessarie per l'organizzazione e l'aggiornamento del Catasto Regionale del Demanio (Ca.R.D.) di cui all'articolo 6 della L.R. 22/2006.

Il Comune di Lignano Sabbiadoro attende alla manutenzione ordinaria dei beni del demanio marittimo turistico ricreativo, alla pulizia delle spiagge non concesse, alla raccolta ed alla gestione dei rifiuti spiaggiati nelle aree di concessione, in casi di inerzia dei concessionari e con facoltà di rivalsa nei confronti degli stessi, restando altresì inteso che la raccolta e gestione dei rifiuti ricadenti nell'area di battigia spetta al concessionario della superficie retrostante, se esistente;

Più nel dettaglio e non esaustivamente, ai sensi dell'art. 6 della Parte I del Piano Regionale di Utilizzazione del Demanio, sono riservati ai Comuni per le concessioni di durata fino a sei anni indipendentemente dalla tipologia delle opere che si intende realizzare:

  • il rilascio ed il rinnovo delle concessioni;
  • i provvedimenti di decadenza dai titoli concessori;
  • i provvedimenti di revoca;
  • i provvedimenti di autorizzazione alle variazioni al contenuto della concessione;
  • l’autorizzazione al subingresso nelle concessioni;
  • l’autorizzazione ad affidare ad altri soggetti la gestione di attività secondarie e specialistiche nell’ambito della concessione;
  • l’autorizzazione al posizionamento nelle aree demaniali concesse di attrezzature ludiche non fisse quali beach volley, giochi per bambini e similari;
  • la determinazione dei canoni e la richiesta del relativo pagamento;
  • il rilascio di concessioni temporanee per manifestazioni turistiche e ricreative;
  • il rilascio di titoli concessori per l’esecuzione di opere pubbliche o di interesse pubblico, a favore di Enti esercenti pubblici servizi;
  • l’avvio delle procedure per l’eventuale incameramento delle opere erette sul suolo demaniale quando venga a cessare la concessione;
  • il controllo sulle attività di livellamento degli arenili in concessione, ammesso nel caso in cui non vi sia apporto di altri materiali, previa comunicazione corredata da documentazione fotografica dello stato dei luoghi ante operam, da parte dei concessionari;
  • l’autorizzazione ad effettuare il ripascimento degli arenili con apporto di materiale a seguito di fenomeni erosivi; al fine di regolamentare le attività di approvvigionamento dei materiali idonei al ripristino del profilo costiero o all’ampliamento dell’arenile, il Comune stipula appositi accordi con operatori privati o pubblici;
  • la vigilanza ed il controllo sul corretto uso delle aree demaniali marittime, assentite in concessione, ovvero destinate all’uso pubblico e gratuito, ferme restando le funzioni di polizia marittima disciplinate dal Codice della Navigazione e dal relativo Regolamento di esecuzione e la potestà della Regione di effettuare sopralluoghi e controlli;
  • l’emanazione dei provvedimenti di autotutela previsti dalla vigente normativa per le opere non autorizzate o per le aree utilizzate senza titolo o in difformità dal titolo concessorio;
  • la determinazione degli indennizzi per abusiva occupazione;
  • l’adozione di iniziative finalizzate alla salvaguardia ed al mantenimento delle spiagge libere in modo da garantire al pubblico, oltre alla libera e gratuita fruizione, anche i servizi generali, indispensabili alla tutela dell’igiene e dell’incolumità pubblica (pulizia, servizi igienici, assistenti bagnanti e mezzi di salvataggio, posti di primo soccorso, ecc..);
  • il rilascio del nulla osta per l’esercizio del commercio sulle aree demaniali marittime ai sensi dell’art. 44, comma 1, della L.R. 5 dicembre 2005, n. 29;
  • la predisposizione dell’ordinanza di balneazione in coordinamento con l’Autorità marittima.

 

 

 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Fonte normativa comunitaria:

Fonte normativa statale: 

e

Fonte normativa regionale:  

 

 

IL PIANO REGIONALE DI UTILIZZAZIONE DEL DEMANIO (P.U.D.)

Con la legge regionale 22 dd. 13.11.2006 la Regione ha disciplinato le funzioni amministrative in materia di beni demaniali marittimi aventi finalità turistico-ricreativa, individuando contenuti e modalità di predisposizione del Piano di Utilizzazione del Demanio marittimo (P.U.D.) e ha attribuito ai Comuni costieri la competenza al rilascio di concessioni della durata fino a sei anni e relative autorizzazioni e alla Regione quella del rilascio delle concessioni demaniali di durata ultrasessennale, fino a 20 anni. La prima versione del P.U.D. è stata approvata con D.P.Reg. 320 dd. 09.10.2007. Con successivo D.P.Reg. 159 dd. 19.06.2009, è stata approvata la Variante 1 al P.U.D., attualmente vigente.

 

Il P.U.D. VAR1 vigente:

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

PUD VAR1 disposizioni-istruzioni-elaborati

29 M

20/10/2016

PUD VAR1 solo tav 6

4.2 M

20/10/2016

DGR1322

38 K

20/10/2016

 

 

approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 dd. 21.05.2014 e modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 52 dd. 09.06.2016, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 65 dd. 29.07.2016 e con deliberazione del Consiglio Comunale n. 66 dd. 29.07.2016

 

 

ORDINANZE TEMPORANEE DI INTERDIZIONE DI AREE DI DEMANIO MARITTIMO PER MANIFESTAZIONE

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

Ordinanza interdizione spiaggia n. 20 dd. 05.08.2016

182 K

05/08/2016

Ordinanza interdizione specchio acqueo dd. 08.09.2016

143 K

08/09/2016

 

 

ORDINANZA DI BALNEAZIONE (vigente)

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2016 Ordinanza di balneazione

64 K

07/04/2016

 

 

ORDINANZE EMESSE DALL'UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI GRADO

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

Regolamento di disciplina della nautica da diporto CM Grado

7.0 M

30/09/2015

Ordinanza di sicurezza balneare n. 15-2015

2.1 M

30/09/2015

Ordinanza 52-2015 flyboard

822 K

30/09/2015

S'informa che tale documentazione è consultabile e scaricabile dal seguente link: http://www.guardiacostiera.gov.it/ nella sezione 'NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE' -> 'ORDINANZE' -> Filtra per comando: 'GRADO'

 

 

Individuazione e classificazione delle acque destinate alla balneazione - anno 2017

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

DGReg 2386-2016

1.4 M

27/02/2017

Ord. Sind. 1-2017

283 K

27/02/2017

 

 

MODULISTICA

Istanze ed allegati ad istanze

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

MOD. Istanza nuova concessione dm

57 K

23/12/2015

MOD. Istanza aut. affidamento a terzi

57 K

23/12/2015

MOD. istanza aut. allestimento corridoio di lancio pa

48 K

23/12/2015

MOD. Istanza aut. affidamento a terzi e allestimento corridoio di lancio pa

58 K

23/12/2015

MOD. Istanza aut manifestazione in concessione dem

46 K

23/12/2015

MOD. Istanza nullaosta per attivita commerciale sull arenile

39 K

23/12/2015

MOD. Istanza aut. al subingresso conc dm

74 K

23/12/2015

MOD. Istanza variazione concessione dm

49 K

23/12/2015

MOD. Dichiarazione d inizio attivita per transito veicoli

54 K

29/05/2014

MOD. Dichiarazione superfici

63 K

29/05/2014

MOD. AUTOCERTIFICAZIONE antimafia

49 K

22/02/2017

Comunicazioni

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

MOD. Comunicazione lavori che non alterano la concessione

47 K

25/11/2015

MOD. Cumunicazione aperture ai soli fini elioterapici

52 K

25/11/2015

MOD. Comunicazione strutture precarie

89 K

25/11/2015

Modulistica comune

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

Accesso atti

100 K

25/11/2015

schema atto di notorieta

44 K

25/11/2015

Modulo per PEC

171 K

25/11/2015

 

 

CONCESSIONI DEMANIALI (ATTI FORMALI, LICENZE) E NULLAOSTA - Elenchi

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2013 ELENCO AUTORIZZAZIONI demanio marittimo turistico ricreativo

26 K

17/06/2015

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2014 ELENCO AUTORIZZAZIONI demanio marittimo turistico ricreativo

27 K

07/07/2016

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2015 ELENCO AUTORIZZAZIONI demanio marittimo turistico ricreativo

31 K

07/07/2016

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2016 ELENCO AUTORIZZAZIONI demanio marittimo turistico ricreativo

58 K

11/01/2017

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2017 ELENCO AUTORIZZAZIONI demanio marittimo turistico ricreativo

40 K

24/03/2017

 

 

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

2013-2014-2015-2016-2017 ELENCO TITOLI CONCESSORI E ATTI SUPPLETIVI

7.6 K

07/02/2017

 

 

LA TUTELA PAESAGGISTICA DELLE AREE DEMANIALI MARITTIME

Le aree demaniali marittime sono espressamente richiamate anche dal D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell’art. 10 della L. 6 luglio 2002, n. 137) e ss.mm.ii. che alla lettera a) del comma 1 dell’art. 142 cita i “territori costieri compresi in una fascia della profondità di 300 metri dalla linea di battigia, anche per i terreni elevati sul mare tra le aree tutelate per legge.

 

 

ESECUZIONE DI NUOVE OPERE ENTRO UNA ZONA DI TRENTA METRI DAL DEMANIO MARITTIMO

Ai sensi dell'art. 55 del Codice della Navigazione, il Soggetto che intenda realizzare nuove opere entro una zona di 30 metri dal demanio marittimo (dividente demaniale) o dal ciglio dei terreni elevati sul mare apremunirsi di specifica autorizzazione. La competenza al rilascio di tale autorizzazione permane in capo all'Autorità Marittima (Capitaneria di Porto di Monfalcone).

 

 

CANONI DEMANIALI - Adeguamento ISTAT dei canoni demaniali marittimi per l'annualità 2017

Ai sensi dell'art. 39 del Codice della Navigazione la misura del canone è determinata dall'atto di concessione. Il Comune, per quanto di competenza ai sensi dell'art. 4 della L. R. 22/2006, provvede a richiedere al 'Concessionario' il pagamento del canone, indicando l’esatto importo dovuto, ovvero le integrazioni al canone derivanti dagli adeguamenti ISTAT. In base all'art. 04 del Decreto Legge 5 ottobre 1993 n. 400, convertito con le modifiche dalla Legge 4 dicembre 1993 n. 494,  i canoni annui relativi alle concessioni demaniali marittime a decorrere dal 1° gennaio 1994 sono aggiornati annualmente, con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sulla base della media degli indici determinati dall’ISTAT per i prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati e per i corrispondenti valori per il mercato all’ingrosso.

 

Allegato Descrizione Dimensione Ultimo aggiornamento

L. 494-93

113 K

19/10/2016

AGG ISTAT CANONE 2017 - Circolare 78 dd. 07.12.2016

123 K

21/12/2016

decreto MTN 02-12-2016

11.4 K

26/01/2017

 

 

LINK UTILI

Amministazioni/Enti Pubblici/Normativa

POLIZIA LOCALE

http://www.lignano.org/index.php?id=314

P.U.D. REGIONALE

 

Altro:

CONSORZIO SPIAGGIA VIVA DI LIGNANO SABBIADORO